Frisby - Informatica per passione!

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Le Morti più assurde

Le morti più assurde

Stampa PDF

Tomba elettricista

 

Darwin Awards 2009: premiate le morti più assurde del mondo



E' una coppia di ladri belgi la vincitrice dei Darwin Awards 2009, il premio per le morti più assurde. I due si sono fatti saltare in aria dopo aver piazzato l'esplosivo nella banca. Il non tanto ambito riconoscimento viene dato a chi, grazie alla sua morte, "migliora il patrimonio genetico umano". Secondo classificato, un uomo che, per soddisfare i suoi bisogni, non si è accorto di aver scavalcato un ponte. E' morto dopo un volo di un centinaio di metri.

Il terzo posto è stata assegnato a una donna. Rosanne Tippett ha guidato con tenacia il suo motorino in un fiume in piena, nonostante i ripetuti segnali di allarme. È stata salvata dalla polizia, ma è morta dopo essere tornata indietro nel fiume nel tentativo di recuperare il suo amato mezzo a due ruote.

 


Voglio la mia lattina
Fonte: REUTERS, Morgunbladid, Kenya Times (Iceland)
Nel 1994 un uomo fu ammazzato da una macchina distributrice di bibite. Aveva inserito le monetine dentro la gettoniera ma questa si rifiutava di fornire la sospirata bevanda. Cosa fare dunque? L'uomo cominciò a scrollare l'infernale macchinetta, finché la stessa non gli si rovesciò addosso lesionandogli i polmoni.

 

Uniti per salvare un pollo
Fonte: The Associated Press
Egitto meridionale, villaggio di Nazlat Imara, 240 miglia dal Cairo. Sei persone affogarono mentre cercavano di salvare un pollo caduto dentro a un pozzo. Un contadino diciottenne si calò all'interno del pozzo dove era caduto l'animale, ma scivolò in acqua. Secondo la ricostruzione della polizia, subito dopo toccò agli altri: prima la sorella, poi due fratelli, si calarono nel pozzo per aiutarlo, ma nessuno sapeva nuotare. Infine 2 anziani contadini accorsero per aiutarli ma questi, come i precedenti soccorritori, non sapevano nuotare. Risultato: sei morti annegati nel pozzo.

Morire per una foto
Fonte: Hamburger Morgerpost
A Nimes, una donna sessantottenne sprezzante del pericolo, nel tentativo di scattare una foto memorabile della corsa dei tori, ha scavalcato una barriera di sicurezza e si è piazzata in mezzo alla strada cercando l'inquadratura migliore. E' stata colpita e rovesciata da un cavallo, poi calpestata da sei tori infuriati. Portata rapidamente in ospedale è morta per le ferite riportate.

Morire per un accendino
Fonte: Indianapolis Star
Dunkirk, contea di Jay. Gregory, 19 anni, stava pulendo un fucile calibro 45, ad avancarica. L'arma non funzionava bene, pareva ostruita. Dopo vari tentativi, il ragazzo ebbe un'idea: prese un accendino e guardò dentro la canna… La canna era ostruita da polvere da sparo. Il giovane non fece in tempo a realizzare che l'arma riprese a funzionare!

1999

Al terzo posto troviamo la notizia riguardante la morte di un poliziotto. Continuamente perseguitato da un folle da lui arrestato anni prima e poi tornato in libertà viveva ormai nel terrore e preoccupato per la sua incolumità dormiva sempre con la pistola sopra il comodino. Una notte ricevette una telefonata. Svegliatosi di soprassalto non si rese conto che anzichè impugnare la cornetta del telefono aveva preso in mano la sua pistola dala quale partì un colpo uccidendolo!

Al Secondo posto troviamo invece quella accadutagli ad un impiegato di una nota società americana che felice per aver ricevuto una promozione ,invitò la sua ragazza per mostrargli il suo nuovo ufficio al 53esimo piano di un grattacielo e preso dall'euforia mostrò alla sua bella la resistenza dei vetri antisfondamento saltandoci contro. Lo raccolsero spiaccicato sul marciapiede sottostante.

Al primo posto (e meritatamente) troviamo la fine che a fatto un veterinario del texas che nel fare una rettoscopia ad una vacca ricevette in piena faccia una scorreggia della bestia che lo investì propiro mentre stava fumando un sigaro. Morì per le gravissime ustioni.

Nell'Antichità...

Nel caso dei francesi va menzionato la morte di François Vatel, cuoco e maître di Luigi XIV che si suicidò nell’anno 1671, perforandosi con una spada. E perchè? Questo perfezionista della gastronomia non potè sopportare il fatto che che il pesce che aveva oridnato per il banchetto non arrivasse in tempo alla sua cucina. La cosa più ridicola è che poco prima che il suo cadavere fosse scoperto, arrivò il pesce così tanto desiderato. Questa è solo un’altra conferma del fatto che non dobbiamo prendere tropo seriemente il nostro lavoro.

Anche negli Stati Uniti possiamo trovare innumerevoli esempi di „spiacevoli incidenti“ riferiti a personaggi famosi. Jack Daniel, per esempio, il fondatore del famoso Jack Daniels Tennessee whiskey, morì nel 1911 per colpa di una contaminazione batterica del sangue dovuta a una ferita, provocata da un calcio che diede, sei anni prima, alla sua cassaforte, perchè ne aveva dimenticato la combinazione. Un esempio perfetto per ricordarci che a volte dovremmo essere più sereni.

L’elenco delle morti assurde è infinito: potremmo proseguire con lo scrittore statunitense Sherwood Anderson che morì per aver ingerito uno stuzzicadenti, o con Antoni Gaudí, il famoso architetto spagnolo che morì investito da un tranvia, fino al famoso “cacciatore di coccodrilli” l’australiano Steve Irwin, ucciso da un puntura di una manta che lo colpì al cuore durante la registrazione del suo programma Australia natale.

Per morire, si sa, c'è sempre tempo, ma qualcuno, con l'intento di stupire una persona cara o per distrazione, riesce a passare a miglior vita nei modi più assurdi.

 

C'è chi è morto a causa di un distributore di caffé e chi, invece, nel disperato tentativo di salvare un pollo. Ecco la classifica delle morti più strane riportate sui principali quotidiani internazionali.

Voglio la mia lattina
Fonte: REUTERS, Morgunbladid, Kenya Times (Iceland)
Nel 1994 un uomo fu ammazzato da una macchina distributrice di bibite. Aveva inserito le monetine dentro la gettoniera ma questa si rifiutava di fornire la sospirata bevanda. Cosa fare dunque? L'uomo cominciò a scrollare l'infernale macchinetta, finché la stessa non gli si rovesciò addosso lesionandogli i polmoni.

Uniti per salvare un pollo
Fonte: The Associated Press
Egitto meridionale, villaggio di Nazlat Imara, 240 miglia dal Cairo. Sei persone affogarono mentre cercavano di salvare un pollo caduto dentro a un pozzo. Un contadino diciottenne si calò all'interno del pozzo dove era caduto l'animale, ma scivolò in acqua. Secondo la ricostruzione della polizia, subito dopo toccò agli altri: prima la sorella, poi due fratelli, si calarono nel pozzo per aiutarlo, ma nessuno sapeva nuotare. Infine 2 anziani contadini accorsero per aiutarli ma questi, come i precedenti soccorritori, non sapevano nuotare. Risultato: sei morti annegati nel pozzo.

Morire per una foto
Fonte: Hamburger Morgerpost
A Nimes, una donna sessantottenne sprezzante del pericolo, nel tentativo di scattare una foto memorabile della corsa dei tori, ha scavalcato una barriera di sicurezza e si è piazzata in mezzo alla strada cercando l'inquadratura migliore. E' stata colpita e rovesciata da un cavallo, poi calpestata da sei tori infuriati. Portata rapidamente in ospedale è morta per le ferite riportate.

Morire per un accendino
Fonte: Indianapolis Star
Dunkirk, contea di Jay. Gregory, 19 anni, stava pulendo un fucile calibro 45, ad avancarica. L'arma non funzionava bene, pareva ostruita. Dopo vari tentativi, il ragazzo ebbe un'idea: prese un accendino e guardò dentro la canna… La canna era ostruita da polvere da sparo. Il giovane non fece in tempo a realizzare che l'arma riprese a funzionare!

Morire per una promozione
Fonte: Leggenda metropolitana mai confermata
Un impiegato di una società americana, felice per aver ricevuto una promozione, invitò la sua ragazza per mostrargli il suo nuovo ufficio al 53esimo piano di un grattacielo. Preso dall'euforia mostrò alla sua bella la resistenza dei vetri antisfondamento saltandoci contro. Il vetro cedette e l'uomo precipitò nel vuoto.

 
Banner