L'alimentazione - il Carbing Up


E 'importante che tutti i nutrienti necessari all'organismo siano presenti prima dell'inizio di un allenamento o di una competizione sportiva , soprattutto se di lunga durata. Considerando i principi nutrizionali propri della dieta alimentare nazionale , più comunemente definita Dieta Mediterranea e studiandone i nutrienti fondamentali , si è concluso che tra le principali assunzioni alimentari , il glicogeno rappresenta la principale riserva energetica dell'organismo.

Il glicogeno presente nei muscoli detto glicogeno muscolare , è la fonte primaria di energia poichè si rende immediatamente disponibile durante lo sforzo fisico. C'è quindi bisogno di una grande riserva di tale glicogeno soprattutto nelle prestazioni di durata a maggior ragione se l'attività è svolta nel periodo invernale perchè oltre allo sforzo fisico viene richiesta una quota importante di energia per il mantenimento della termoregolazione corporea.

Appare chiara l'evidenza di incrementare questa riserva energetica prima di una prestazione soprattutto se impegnativa. Uno dei metodi utilizzati si chiama "CARBING UP" , si suddivide generalmente in due fasi della durata di 4 / 6 giorni ciascuno dove nella prima fase si cerca di limitare l'assunzione di carboidrati durante la dieta non superando il valore del 20% dell'apporto energetico totale ed evitando possibilmente di aumentare la quota proteica e , durante la seconda fase coincidente con il periodo che precede la prestazione competitiva (fase di ricarica), ci si alimenta esclusivamente con carboidrati complessi. Questi ultimi sono zuccheri tra i quali troviamo l'amido che è il costituente principale della alimentazione italiana. Quindi patate , pane , riso , pasta , sono gli alimenti ideali perché grandi contenitori di amido , durante questa fase si porta la quota proteica pari ad 1 grammo x chilo di peso.

E' molto importante in questa seconda fase l'assunzione di molta acqua contenente maltodestrine pure. Le maltodestrine si ottengono dall'amido di mais attraverso una conversione enzimatica e sono delle unità di glucosio polimerizzato di varia lunghezza , assunte in grandi quantità permettono di risparmiare glicogeno muscolare aumentando le riserve energetiche. Naturalmente il "CARBING UP" è consigliabile ad atleti di buon livello e possibilmente sotto controllo medico , questo schema alimentare vuole essere solo un indice di massima su cui basarsi.

La preparazione alimentare ha lo scopo di programmare l'energia necessaria per il periodo di allenamento che per la prestazione agonistica per questo pianificare l'alimentazione significa fare in modo che tutti i nutrienti necessari siano sempre presenti in modo bilanciato. Vediamo quali sono:

MACRONUTRIENTI
PROTEINE = funzione plastica
CARBOIDRATI = funzione energetica
LIPIDI = funzione di riserva

MICRONUTRIENTI
VITAMINE = funzione protettiva
SALI MINERALI = mantenimento della omeostasi funzionale.

Una corretta alimentazione integrata può mantenere costanti quei rapporti tra nutrienti e bilancio idrico salino, gli integratori devono avere delle caratteristiche ben precise , devono essere:
tecnici = composti da nutrienti indispensabili e specifici per mantenimento dei valori fisiologici normali (evitare il saccarosio, il comune zucchero, meglio il fruttosio)
digeribili = non devono richiedere dispendi energetici per essere assimilati.
gradevoli = devono soddisfare le esigenze del palato , dovendo essere utilizzati sotto sforzo.
pratici = devono poter essere utilizzati in qualsiasi situazione , anche in movimento e nelle quantità richieste.


Visita: www.frisby.cc